LE RINUNCE…


Per avrei preferito
nascere già invalido
so che sembra assurdo
ma se così fosse stato
non avrei assaporato
il gusto della libertà
quella di muoversi
quella di decidere per sé
autonomamente senza problemi
spesso causati dal dipendere
da qualcuno per ogni cosa
ogni esigenza anche un capriccio
perché ogni individuo è frivolo
nelle sue debolezze umane
e ogni rinuncia è una ferita.
Nascere invalido è gravoso
ma chi ti ama ti accetta
ti viene incontro ti aiuta
allorché quando invalido
divieni pretendono da te
ciò che facevi nel passato…


Pubblicato da Emilio Ferro

Scrivo poesie per diletto. Alcune di esse, sono state pubblicate in due raccolte della poesia contemporanea, che sono state presentate al salone del libro di questi ultimi anni. Due raccolte sono state edite da Pagine srl. "Il caso riesce a creare molto di più di quanto possiamo immaginare - la necessità farà il resto; a noi, il privilegio di vivere il meraviglioso," ...Mia moglie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: